News

Critiche e Proposte per il Disegno di Legge 788: Verso un Albo delle Figure Pedagogiche ed Educative.

Il Disegno di Legge 788, attualmente in discussione presso la settima Commissione del Senato, riguardante l’istituzione dell’Albo delle figure pedagogiche ed educative, è oggetto di critiche e proposte di revisione da parte della Commissione di Albo nazionale degli Educatori professionali.

Questo articolo esamina le principali preoccupazioni e suggerimenti emersi riguardo al testo del disegno di legge.

Critiche alla Sovrapposizione Professionale.

La Commissione di Albo esprime forte opposizione alla creazione di doppi profili professionali che si sovrappongono, come nel caso degli Educatori “socio-pedagogici” e degli educatori professionali “socio-sanitari”. Tale sovrapposizione rischia di generare confusione e problemi nei servizi socio-sanitari e socio-assistenziali, a svantaggio sia dei cittadini fragili che dei professionisti stessi.

Confusione Normativa e Criticità dei Servizi.

Il testo del DDL 788, se non opportunamente rivisto, potrebbe ulteriormente complicare il sistema dei servizi regionali, comunali e sovracomunali rivolti alle persone in stato di fragilità. Le sovrapposizioni e i doppioni delle figure professionali generano confusione normativa e comportano contestazioni e impugnazioni nei bandi pubblici, compromettendo la qualità dell’assistenza fornita ai cittadini.

Proposte di Revisione e Correttivi.

La Commissione di Albo degli Educatori professionali sollecita una revisione approfondita del testo del DDL 788 al fine di evitare duplicazioni professionali e chiarire le competenze e i confini delle diverse figure pedagogiche ed educative. È fondamentale che la politica presti maggiore attenzione ai dettagli e alle implicazioni pratiche delle normative proposte, al fine di garantire la coerenza e l’efficacia dei servizi offerti sul territorio.

Appello alla Politica e Attenzione ai Dettagli.

La Commissione di Albo degli Educatori professionali esorta la politica a valutare attentamente le proposte normative e a considerare le conseguenze pratiche sul campo dei servizi socio-sanitari e socio-assistenziali. È necessario evitare fretta e superficialità nella redazione e nell’esame delle leggi, al fine di assicurare un sistema normativo chiaro e funzionale, a beneficio dei cittadini fragili e degli operatori professionali.

Conclusioni.

La revisione del Disegno di Legge 788 è una necessità urgente per evitare sovrapposizioni professionali e confusione normativa nel settore delle figure pedagogiche ed educative. La Commissione di Albo degli Educatori professionali rimane vigile e pronta a collaborare con le istituzioni per garantire un quadro normativo chiaro e coerente, in grado di assicurare la qualità e l’efficacia dei servizi offerti alle persone fragili e bisognose di assistenza.

_________________________

Per il lettore:

  • Vi suggeriamo di seguire anche QuotidianoSanitario.it, il primo quotidiano sanitario interamente gestito dall’Intelligenza Artificiale: LINK
  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *