News

Grazia, Infermiera: “ma chi scapa dal pubblico per lavorare nel privato? E’ esattamente il contrario”.

Ci scrive Grazia, Infermiera: “ma chi scapa dal pubblico per lavorare nel privato? E’ esattamente il contrario. Qui si fa la fame e veniamo sfruttati”.

Egr. Direttore,

vorrei rispondere alla lettera inviata alla vostra redazione in merito al fatto che gli infermieri scappano dagli ospedali pubblici perché hanno stipendi da fame rispetto alla sanità privata. Beh io lavoro come infermiera nel privato, contratto AIOP. Rinnovato dopo BEN 14 ANNI!!!

Infermiera turnista con 8 /10 notti e 4 festivi al mese prendo 1600 euro. Progressioni di carriera inesistenti, il nostro bellissimo contratto prevede il passaggio in D1 dopo 15 anni di lavoro. Salti di riposo sottopagati e ore straordinarie messe a recupero.

Caro collega nella clinica dove lavoro non c’è personale, ma per fare fatturato devi lavorare come se il turno fosse completo quindi 1 infermiere ogni 15 pazienti!

Ovviamente non abbiamo supporto OSS (1 OSS ogni 32 pazienti). Dove lavoro io tutti e sottolineo tutti hanno fatto o stanno facendo concorsi per entrare nel pubblico.

Il mio collegio in tempo di crisi economica ha pure aumentato la tassa OPI; si pagano ben 90 euro!!! E nessuno sa a cosa serve il collegio se non a spillarci soldi!

È tutto il sistema che non va bene quindi alla prossima pandemia facciamo che il ministro Speranza, i collegi, gli assessori regionali vengano a lavorare al posto nostro.

Gli eroi si sono proprio stancati!

Grazie per la attenzione, venga a lavorare al posto nostro!

Grazia, Infermiera

Leggi anche:

Infermieri scappano dalla sanità pubblica: stipendi da fame e mance ministeriali.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *