News

Il presidente della Finlandia chiama Putin, che minaccia: “entrare nella Nato è un errore”

– Advertisement –

AgenPress – Il presidente finlandese ha chiamato oggi  Vladimir Putin per dirgli che la Finlandia avrebbe fatto domanda per l’adesione alla Nato nei prossimi giorni.

In una dichiarazione, Sauli Niinistö ha affermato di aver detto a Putin come le recenti mosse della Russia, insieme all’invasione dell’Ucraina, “hanno alterato l’ambiente di sicurezza della Finlandia”.

– Advertisement –

“La conversazione è stata diretta e diretta ed è stata condotta senza aggravamenti. Evitare le tensioni era considerato importante”, afferma Niinistö.

La Russia ha minacciato a lungo conseguenze se i suoi vicini vicini si unissero alla Nato, un’alleanza militare occidentale fondata in parte per scongiurare la minaccia dell’Unione Sovietica nel 1949.

Ma Niinistö e il primo ministro del paese hanno entrambi chiesto che la Finlandia si unisca giovedì e si prevede che la Svezia segua l’esempio nei prossimi giorni.

Durante la telefonata avviata dalla Finlandia, “il presidente Niinistö ha detto a Putin come fondamentalmente le richieste russe alla fine del 2021 volte a impedire ai paesi di aderire alla NATO e la massiccia invasione russa dell’Ucraina nel febbraio 2022 hanno alterato l’ambiente di sicurezza della Finlandia”, si legge nella dichiarazione .

– Advertisement –

Niinistö ha osservato di aver già detto a Putin nel loro primo incontro nel 2012 “che ogni nazione indipendente massimizza la propria sicurezza” e che “questo è ciò che sta accadendo anche adesso”, si legge nella dichiarazione.

Entrando a far parte della NATO, la Finlandia “rafforza la propria sicurezza e si assume le proprie responsabilità” poiché “non è lontana da nessun altro”, afferma la dichiarazione. In futuro, la Finlandia “vuole occuparsi delle questioni pratiche derivanti dall’essere un vicino della Russia in modo corretto e professionale”.

Niinistö “ha ripetuto la sua profonda preoccupazione per le sofferenze umane causate dalla guerra che la Russia ha condotto in Ucraina” e “ha sottolineato l’imperativo della pace”. Ha anche “trasmesso i messaggi sulla sicurezza dell’evacuazione dei civili consegnati all’inizio della stessa settimana dal presidente (ucraino) Volodymyr Zelenskyy”.

Niinistö e Putin hanno avuto “un franco scambio di opinioni” durante una telefonata di sabato che si è tenuta in connessione con l’intenzione annunciata della leadership finlandese di presentare domanda per l’adesione alla NATO, ha affermato il Cremlino in una nota. 

“Vladimir Putin ha sottolineato che abbandonare la tradizionale politica di neutralità militare sarebbe un errore, dal momento che non ci sono minacce alla sicurezza della Finlandia”.

“Un tale cambiamento nella politica estera del Paese potrebbe avere un impatto negativo sulle relazioni russo-finlandesi, che per molti anni sono state costruite nello spirito di buon vicinato e cooperazione di partenariato, e sono state reciprocamente vantaggiose”, ha aggiunto.

I leader hanno anche discusso della situazione in Ucraina, ha affermato il Cremlino.

“Vladimir Putin, in particolare, ha condiviso la sua valutazione sullo stato del processo negoziale tra i rappresentanti russi e ucraini, che è stato di fatto sospeso da Kiev, che non mostra interesse per un dialogo serio e costruttivo”, si legge nella nota del Cremlino. 

– Advertisement –

Leave a Reply

Your email address will not be published.