News

La Cripta Mussolini apre-non-apre-apre-non-apre

Predappio – La Cripta con apertura criptata da comunicazioni criptiche. Ecco la sintesi di una vicenda grottesca, e non  perché la Cripta Mussolini è naturalmente ubicata sotto terra. Facciamo una breve cronistoria della vicenda:

Giovedì un comunicato stampa lanciato da Orsola e Vittoria Mussolini inizia a rimbalzare su WhatsApp, per poi essere ripreso da tutti i quotidiani d’Italia: la Cripta del Cimitero di Predappio riapre definitivamente da domenica 23 maggio.

Finalmente un luogo di enorme interesse storico torna ad essere visitabile, pensiamo un po’ tutti. E no, le cose non stanno proprio così.

Quest’oggi giunge un comunicato stampa della famiglia Mussolini, che riporto integralmente:

In riferimento alla comunicazione riguardante l’apertura della Cripta di Predappio a firma di Orsola e Vittoria Mussolini riportate su alcuni social e successivamente ripreso da altri giornali, la famiglia desidera informare che: 

La notizia è priva di fondamento e domenica la Cripta resterà chiusa. Orsola e Vittoria Mussolini non sono titolate ad effettuare nessun annuncio pubblico riguardante la Cripta senza la preventiva discussione e nulla osta da parte della maggioranza della famiglia. Purtroppo il loro poco provvido annuncio ha generato confusione e false aspettative. Ci rammarichiamo per questi inconvenienti. E’ obiettivo di tutti i famigliari riaprire la Cripta, e a tal proposito stiamo concordando come poter gestire al meglio, in sicurezza e con buon senso la riapertura al pubblico a partire da questa estate“.

Ci sono Mussolini e Mussolini

Dispiace che il cenotafio più visitato d’Italia venga con tale leggerezza bistrattato. Dispiace che un paese intero, Predappio, che vive dell’indotto derivante dalla presenza della Cripta Mussolini, venga così poco rispettato. E dispiace che un membro della famiglia, quale Caio Mussolini – che da sempre si batte perché la Cripta sia aperta al pubblico-, possa essere associato ad altri familiari; che della stessa, non hanno di certo la medesima considerazione.

In questa vicenda di dubbio gusto, quindi, non facciamo di tutta un’erba un fascio…

Leggi anche: Enrico Letta nel paese delle Meraviglie

www.facebook.com/adhocnewsitalia

www.youtube.com/adhoc

Tweet di ‎@adhoc_news

SEGUICI SU GOOGLE NEWS: NEWS.GOOGLE.IT

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *