News

La politica cheta prima della tempesta

La politica cheta prima della tempesta durerà poco. E non ci saranno molti augelli a far festa.

Ma sinistri avvoltoi della politica, sciacalli del palazzo.

Il taglio delle poltrone

Il taglio dei posti rende ormai tutti isterici in parlamento.

Molti sanno di essere a rischio di non rielezione. E chi non è nelle grazie del segretario di turno può lasciarci la poltrona.

Non servono poi tante scuse ai vertici di partito, stavolta.

Tagliate le poltrone, chi farà le liste dovrà tagliare delle teste. Lo farà certo secondo criteri spesso soggettivi. Ma stavolta avrà la scusa che sarà costretto a farlo anche per motivi oggettivi.

Allora la spellata al segretario non favorevole i Peones la debbono tirare ora. Si starà a vedere se ci riusciranno. Ma adesso o mai più.

Il voto da sfruttare

Le amministrative, come i referendum sono un occasione d’oro.

Non tutti i leader hanno messo la faccia sui Referendum, che anzi non sembrano attrarre purtroppo molto interesse. Ma per i promotori un quorum particolarmente deludente sarebbe una chiara sconfitta.

Come i risultati amministrativi segneranno sicuramente gli equilibri negli schieramenti.

Ma anche e soprattutto la possibilità di colpire un segretario che raccogliesse forti ridimensionamenti.

Un occasione che molti in cerca della rielezione non possono lasciarsi sfuggire.

Con l’attuale sistema elettorale l’unica volontà che pesa nella scelta degli eletti è quella della segreteria.

Le liste bloccate non perdonano . Bisogna essere ben piazzati per riuscire. Chi fa le liste deve volerci .

Dunque l’immobilismo della politica italiana subirà uno scossone nei prossimi mesi. Molti dei nostri parlamentari non vengono scossi dalla crisi economica e sociale.

Vengono solo marginalmente scalfiti dalla preoccupante situazione internazionale.

Ma quando si tratta di mantenere la poltrona si può star certi che ritrovano subito dinamismo ed energie per la causa che più li unisce: Il loro avvenire personale.

Leggi anche: Compaiono liste di proscrizione

www.facebook.com/adhocnewsitalia

SEGUICI SU GOOGLE NEWS: NEWS.GOOGLE.IT

Leave a Reply

Your email address will not be published.