News

La Russia vieta l’ingresso a leadership UE, maggior parte membri Parlamento europeo

– Advertisement –

AgenPress – La Russia estende l’elenco dei rappresentanti dell’Unione europea a cui è vietato l’ingresso nel suo territorio includendo i vertici dell’UE e la maggior parte dei membri del Parlamento europeo. Lo ha affermato  il ministero degli Esteri russo.

“In risposta alle massicce sanzioni unilaterali dell’Unione Europea, in linea con il principio fondamentale del diritto internazionale di reciprocità, la Russia sta ampliando in modo significativo l’elenco dei rappresentanti degli Stati membri dell’Unione Europea e delle organizzazioni europee a cui è vietato l’ingresso nel territorio del nostro Paese in linea con la legge federale FZ -114 del 15 agosto 1996 sulla procedura per l’uscita e l’ingresso nella Federazione Russa”.

– Advertisement –

“Le restrizioni sono state estese ai vertici dell’Unione europea, inclusi numerosi commissari europei e capi delle istituzioni militari dell’UE, nonché una stragrande maggioranza di deputati del Parlamento europeo che promuovono una politica anti-russa”, ha affermato.

“Inclusi nella lista nera della ritorsione russa ci sono anche alti funzionari, tra cui rappresentanti del governo e del parlamento di alcuni Stati membri dell’UE, nonché personaggi pubblici e membri della stampa che hanno la responsabilità personale di promuovere sanzioni anti-russe illegittime, fomentare sentimenti russofobici e violando i diritti e le libertà delle popolazioni di lingua russa”, ha affermato.

“La nota verbale del ministero degli Esteri russo che annunciava questo passo è stata trasmessa alla delegazione dell’UE a Mosca”, si legge.

– Advertisement –

“Riaffermiamo che una risposta dura seguirà inevitabilmente qualsiasi azione ostile da parte dell’UE e dei suoi Stati membri”, ha affermato.

Alcune delle decisioni di Bruxelles in base alle quali i cittadini e le aziende russe “sono stati arbitrariamente soggetti a restrizioni unilaterali” “va oltre ogni limite”, ha affermato.

“Imponendo le sue misure restrittive alla Russia, Bruxelles sta seguendo una strada senza uscita sotto la propria inerzia”, ​​ha affermato.

” Agendo in questo modo, non solo l’Unione europea sta portando le relazioni con la Russia a un punto morto, ma sta anche mettendo a repentaglio il benessere e la sicurezza dei propri cittadini e la stabilità del sistema finanziario ed economico globale”.

– Advertisement –

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *