Articoli

Pride Month 2022: l’orgoglio LGBTQIA+ si celebra a giugno (e tutti i giorni dell’anno)

E, se capiterete in America in queste settimane fate un salto da Bouchon Bakery, la sua torta instagrammabile a sette strati di soffice pan di spagna alla mandorla multicolor, alternati da marmellate di albicocche e lamponi, e ricoperti da una glassa di cioccolato fondente, è un’iniziativa benefica: parte del ricavato sarà devoluta all’Hetrick-Martin Institute, organizzazione no-profit con sede a New York City dedicata a soddisfare le esigenze di giovani lesbiche, gay, bisessuali, transessuali o in discussione, tra i 13 e i 24 anni e le loro famiglie.

Il Pride Month ha colorato tutti, ma davvero tutti i settori. Da quello del food a quello del lifestyle, dal design a ovviamente, la moda. Una delle co-lab più forti del fashion system? Sicuramente quella che lo vede lavorare a quattro mani con il mondo della musica. Guardare un obiettivo e raggiungere, così, un unico scopo, come nel caso dell’amatissima Donatella Versace e della cantante (e icona) Cher che hanno unito le loro forze per dare vita a CHERSACE, la capsule collection (di calze, magliette in edizione limitata a sostegno di Gender Spectrum, associazione di beneficenza il cui operato supporta in maniera diretta i membri della comunità LGBTQ+.

Leave a Reply

Your email address will not be published.