News

Si spacciano per acquirenti e gli rubano due topazi da un milione di euro: il colpo in un hotel di Milano. Ma c’è qualcosa che non torna

| 23 Giugno 2022

Truffato e derubato di due preziosi topazi dal valore di un milione di euro. È quanto successo ad un venditore di pietre preziose 47enne – di origine americane ma residente in Italia: è stato lui stesso a raccontare alla polizia quanto accaduto, denunciando la truffa e il furto ad opera di due falsi acquirenti. Tutto è successo intorno alle due della notte di mercoledì in una sala dell’Hotel The Hub nel quartiere Musocco, a Milano. Ma c’è qualcosa che non torna.

La dinamica è talmente strana e inverosimile da destare dubbi agli agenti: il commerciante, infatti, racconta di aver conosciuto i due acquirenti tramite Instagram e di avergli dato appuntamento nella hall dell’hotel, dove gli ha mostrato le due pietre preziose. Secondo il suo racconto, dopo una minuziosa analisi, i due gli hanno chiesto un terzo topazio e a questo punto il commerciante ha lasciato incustodite sul tavolo le gemme mentre si recava in camera per prendere l’altro topazio. Un’azione quantomeno imprudente per un commerciante di lungo corso.

Tornato nella hall, il commerciante non ha più trovato né i due presunti acquirenti né – tantomeno – i due preziosi topazi da un milione di euro. La dinamica sembra davvero inverosimile: gli investigatori dell’Ufficio di Prevenzione Generale della Questura di Milano stanno controllando i filmati delle videocamere di sorveglianza dell’hotel per verificare il racconto del venditore. Per ora dei due presunti ladri e della refurtiva non c’è traccia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO

DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.

Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un’informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI

Grazie Peter Gomez

Articolo Precedente

Valentina Nappi durissima con Vittorio Sgarbi: “Non capisce cos’è una coppia di funtori aggiunti, non può capire Brunelleschi”

next

Leave a Reply

Your email address will not be published.