Articoli

Uno studio d’artista trasformato in un loft industrial chic nel cuore di SoHO

Arredamento industrial chic? Lo stile perfetto per un loft di design

Durante il XIX e l’inizio del XX secolo, SoHo era un’area industriale, conosciuta da molti come Hell’s Hundred Acres. Negli anni ‘70, gli edifici furono trasformati in loft e i giovani artisti emergenti si stabilirono in questa zona. Con il proibizionismo degli anni ‘20 e ‘30, SoHo si riempì di locali di quartiere; barbieri, ristoranti o negozi di alimentari, che nascondevano stanze segrete o cubicoli mimetizzati trasformati in veri e propri bar. Oggi questi bar hanno mantenuto la loro essenza e sono un’ulteriore attrazione di SoHo a New York, insieme alle gallerie d’arte e a un gran numero di negozi, e boutique di lusso, come Prada e Chanel, che popolano la zona.

Nella sala da pranzo: tavolo mid-century con piano disegnato dal proprietario in stencil. Serigrafie alle pareti sempre del proprietario; alla parete una vecchia finestra in stile Critall, trasformata in un grande elemento a specchio. Lampadario “Castle” di Roll and Hill.Tim Williams

Proprio in questo quartiere, in Mercer Street, all’ultimo piano di un vecchio edificio industriale troviamo l’appartamento che un imprenditore creativo, fondatore un’agenzia pubblicitaria internazionale, condivide con il figlio di 13 anni. «La cosa che ci ha colpito di più è stata la luce; infatti l’interno è definito da grandi vetrate a tutta altezza che affacciano sugli splendidi edifici cittadini», racconta Juan Carretero, fondatore dello studio Capital C, interior designer e amico del proprietario che è stato incaricato di dare nuova vita a questo loft.

Leave a Reply

Your email address will not be published.